Halton Group è il principale fornitore al mondo di soluzioni per la ventilazione. Le soluzioni per la ventilazione interna sono divise in quattro settori: Navale, Medicale, dei Food Service e per gli Edifici. L’azienda è di proprietà della famiglia Halttunen e ha sede a Helsinki. L’azienda ha stabilimenti produttivi non solo in Finlandia, ma anche in Francia, Germania, Regno Unito, USA, Canada, Cina e Malesia. In otto di questi Paesi, l’azienda dispone anche di strutture dedicate alla ricerca e allo sviluppo del prodotto. Halton realizza anche prodotti sotto licenza in Sud Africa, Messico, Nuova Zelanda e Australia. Halton Group occupa circa 1.550 persone in oltre 30 Paesi. Il fatturato dell’azienda nel 2018 è stato di circa 218 milioni di Euro. Halton ha sempre monitorato attentamente la produttività aziendale, i costi e il valore che i suoi prodotti portano ai suoi clienti. L’azienda punta a crescere e uno degli strumenti principali per favorire questa crescita è possedere un sistema di produzione della lamiera efficiente dal punto di vista dei costi, che possa essere scalabile e riprodotto in giro per il mondo, se necessario. Così, l’azienda ha iniziato la ricerca di un fornitore di sistemi industriali che fosse presente in tutto il mondo e che potesse essere il partner ideale per questo progetto di crescita.

In Finlandia, Prima Power è stata partner di Halton alla fabbrica di Kausala per molto tempo.

“Abbiamo investito nell’attuale Sistema di immagazzinamento, un Night Train, nel 2007. In quel momento i nostri sistemi produttivi si componevano di due combinate punzonatrici + cesoiatrici, e una pannellatrice: siamo rientrati dall’investimento in 18 mesi.”

Risparmi ed efficienza sotto molti aspetti

Un importante risparmio è stato possibile, innanzitutto, grazie alla possibilità di connettere una coil line, riuscendo così a risparmiare rispetto al costo dei singoli fogli di lamiera. Inoltre, l’efficienza della cesoia ad angolo retto fa sì che si possa realizzare un nesting con più parti, sprecando meno lamiera e facendo meno scarti, con un tempo utilizzato dalla macchina per processare la lamiera che è stato così ridotto e ottimizzato. In maniera simile, la qualità delle parti finite è migliorata sensibilmente, dandoci dei vantaggi importanti in fase di assemblaggio.

La risposta alla domanda se è valsa la pena investire nell’automazione installando un magazzino Night Train unito ad una cesoiatrice ad angolo retto è quindi ovvia:

  • “Certo che sì! Con la nostra capacità produttiva attuale, avremmo avuto bisogno probabilmente di cinque macchine stand-alone con operatori diversi per ognuna di esse e per ogni turno per ottenere la stessa produttività che abbiamo oggi con due punzonatrici + cesoiatrici combinate. Non le avessimo avremmo bisogno di almeno 15 operai per lavorare su cinque macchine su tre turni. Inoltre, avremmo bisogno di un operatore al muletto per ogni turno per spostare le lamiere da un posto all’altro. Cinque macchine stand-alone richiederebbero anche ognuna i suoi attrezzi, rendendo il costo totale degli stessi enormemente maggiore rispetto a quello attuale. Inoltre, non avremmo raggiunto questo livello di ottimizzazione degli spazi interni del nostro stabilimento. Grazie al Night Train, infatti, i fogli di lamiera e le parti finite rimangono nel magazzino automatizzato e possiamo sapere in tempo reale l’esatto contenuto di ogni spazio. In questo modo le nostre materie prima non si danneggiano e il nostro stabilimento produttivo rimane pulito. Siamo estremamente soddisfatti dei benefici che il Night Train ci ha portato e delle nostre  due punzonatrici + cesoiatrici. Non ce l’avremmo fatta a mantenerci al passo dei nostri volumi produttivi senza questa soluzione” afferma il Production Technology Manager, Kari Virkki.

Un investimento nel rinnovamento

In virtù di questa esperienza positiva, Halton Group ha fatto un ulteriore investimento nel 2018, per sostituire la loro punzonatrice+cesoiatrice del 1997 e la loro pannellatrice del 2003 con delle nuove macchine. La pannellatrice è stata sostituita con una Prima Power EBe 6, che offre una lunghezza di piegatura di 3.350mm e la cesoiatrice è stata sostituita con una Shear Genius 1530, equipaggiata con una nuova torretta. Entrambe le macchine sono state integrate al magazzino automatico Night Train già esistente.

  • “Le macchine sono state sostituite nei tempi concordati, e siamo stati in grado di riprendere la produzione rapidamente. Abbiamo raggiunto i grandi traguardi che ci eravamo prefissati quando abbiamo deciso di fare questo investimento. Tra questi c’è la possibilità di produrre flessibilmente grandi quantità di pezzi, così come il numero totale di nuovi pezzi prodotti, una maggiore capacità e qualità, uniti ad una migliore sostenibilità economica. Tutti questi risultati aumentano direttamente la nostra competitività. Abbiamo anche ottenuto importanti risparmi in termini di efficienza energetica e costi di manutenzione per entrambe le macchine. Ora abbiamo anche più capacità produttiva rispetto a prima, e non dobbiamo sempre produrre al limite delle nostre possibilità come facevamo prima” afferma Kari Virkki.

“L’obiettivo era quello di risparmiare il 30% del nostro tempo di lavoro aggiornando le nostre macchine. Secondo i nostri calcoli, il risultato è di gran lunga superiore alle aspettative”

Il responsabile della manutenzione della fabbrica, Kari Kaistinen, spiega che ora è possibile utilizzare il personale e le sue competenze in misura maggiore rispetto a prima. L’obiettivo non è quello di ridurre il numero di operai rimpiazzandoli con delle macchine, ma di formare i dipendenti a diventare multi-talentuosi, affinché l’operatore della pannellatrice sappia usare anche la cesoiatrice e viceversa. Le macchine moderne, sempre più facili da usare, rendono possibile tutto ciò.

Ogni anno circa 2.000.000 Kg di materiale passa da ognuna delle nostre cesoiatrici. In metri quadri stiamo parlando di 360.000 m2, e il materiale usato va dagli 0,7 a 1 mm di spessore. La forza lavoro necessaria per far funzionare l’intero sistema di Prima Power è di due dipendenti per turno. Un totale di 7 operai attualmente lavorano per far funzionare queste macchine per una produzione 24/7.

“Il magazzino automatico Night Train è un investimento fondamentale per ogni fabbrica che ha bisogno di una grande capacità produttiva, in cui gli operai lavorano su più turni e su diverse macchine.”

“Siamo estremamente soddisfatti della nostra collaborazione con Prima Power: le loro macchine sono l’ideale per il nostro tipo di produzione. Con quelle, possiamo avere accesso a tutti i servizi di cui abbiamo bisogno, rapidamente e tutto in un unico fornitore. Posso raccomandare Prima Power come partner” afferma Kari Virkki alla fine dell’intervista.

Siamo estremamente soddisfatti dei benefici ottenuti grazie al magazzino automatico Night Train. Senza quello non ce l'avremmo fatta a tenerci al passo con i nostri ritmi produttivi.

Kari Virkki
Responsabile delle tecnologie produttive

Stai cercando una soluzione simile per la tua azienda? Ecco qui